La dignità che abito: Moni Ovadia

Se verrai al mondo in mezzo a un momento di dignità, il primo uomo che incontrerai sarò io. Io, un uomo partorito tra storie divine, fatto di terra e polvere, servo, di un entità creatrice lontana, sovrano, di un destino da costruire, padre, di un popolo instancabilmente vivo, narratore, di storie dal fiato infinito, specchiContinua a leggere “La dignità che abito: Moni Ovadia”

Vota:

Tu che conosci il cielo

Quella di Cecilia potrebbe sembrare la storia di una ragazza qualsiasi: un’infanzia felice, una famiglia salda e serena, un buon rendimento scolastico, la fase dell’innamoramento nel periodo adolescenziale. Ma è proprio a questo punto che sorge alla luce la vera differenza, la vera svolta. Cecilia si è innamorata, ma si è innamorata di Dio: unContinua a leggere “Tu che conosci il cielo”

Vota:

La dolcezza della regola: “Impariamo ad ascoltare la musica”

La settimana di Flessibilità (comprendente il periodo dal 13 al 18 febbraio 2012), organizzata ogni anno dal Liceo Ginnasio Statale Melchiorre Gioia, prevede una serie di corsi di approfondimento, scelti dagli studenti, per rendere più interessante la vita scolastica e più vasto l’orizzonte culturale dei ragazzi. Tra le opzioni previste quest’anno spiccava il corso “ImpariamoContinua a leggere “La dolcezza della regola: “Impariamo ad ascoltare la musica””

Vota:

L’anima ha gli occhi trasparenti

La libertà ostentata dal fisico è quella professata dall’anima. Vero, per una società, come la nostra, che si fonda sui valori della fisicità, in grado di diventare la ragione e il senso dei rapporti umani, per ognuno, singolo, che sente la propria vita come vincolata alla materia animata, quasi che dentro, nell’essenza, non ci fosseContinua a leggere “L’anima ha gli occhi trasparenti”

Vota: