Archivi tag: alessandro rossi

Idee regalo tecnologiche 2012

Dopo essere sopravvissuti alla fine del mondo annunciata dai Maya ed aver tirato un sospiro di sollievo, non ci resta che pensare a cosa poterci regalare (se non l’abbiamo già fatto) per queste feste. Rieccoci un anno dopo (malgrado il ritardo) con la rubrica sui 5 migliori oggetti tecnologici usciti nel 2012 che ognuno di noi vorrebbe (o avrebbe voluto, ormai) trovare sotto l’albero. Bando alle ciance, passiamo ai fatti.

1. iPhone 5

2012-iphone5-gallery1-zoom

Il primo classificato è lui, lui, sempre e solo lui. In continuità con i precedenti modelli, l’iPhone 5 è il miglior iPhone di sempre, più leggero, più veloce e più alto del precedente. Il design è in linea con quello dei 4/4S, ma con un tocco di novità grazie al fondo satinato ed opaco intervallato sopra e sotto dal vetro. Al tatto è davvero sorprendente sia per il suo leggerissimo peso di poco più di un etto (112 g) da farlo sembrare vuoto all’interno, sia per il retro satinato che lo rendono davvero piacevole da tenere in mano. È stato inserito uno schermo retina 16:9 da 4″ più alto del precedente e nella confezione sono presenti gli EarPods, auricolari Apple di qualità più prestanti e comodi dei precedenti. Inoltre il nuovo connettore Lightning è più veloce nel trasferire i dati e nel ricaricare la batteria del dispositivo. Insomma tanti piccoli punti positivi che migliorano design ed usabilità del telefono e lo confermano in testa alla classifica. Solito neo: prezzo elevato, aumentato di qualche decina di euro, causa tasse italiane.

Continua a leggere

Annunci

Commenti disabilitati su Idee regalo tecnologiche 2012

Archiviato in Recensioni

Riprendiamoci l’agorà

L’idea di intervistare Giulio Giorello nasce dalla curiosità che suscita la sua esperienza di studi. Infatti, il professor Giorello, docente di Filosofia della scienza presso l’Università degli Studi di Milano e direttore della collana Scienza e idee, presso l’editore Raffaello Cortina di Milano, si è laureato prima in filosofia nel 1968 e successivamente in matematica nel 1971, presso la stessa Università. La tematica può essere interessante per gli studenti che, come me, si sono trovati a studiare sia l’una che l’altra materia e che non sono riusciti a vedere al di là dei limiti imposti da ciascuna delle due discipline. Basta con le presentazioni, passiamo ai fatti: lasciamo la parola all’esperto.

Continua a leggere

Commenti disabilitati su Riprendiamoci l’agorà

Archiviato in Festival del Diritto

Un’evoluzione fatta di tante rivoluzioni

Stiamo vivendo una rivoluzione. Ne facciamo parte ormai. Si tratta della rivoluzione tecnologica dell’informatica e dei mezzi di comunicazione. Mio padre è stato uno dei primi ad avere un computer al lavoro. Oggi si fa fatica a trovare un ufficio che non ne abbia almeno uno.

Uno degli aspetti estremamente sorprendenti, però, non sta tanto nel fatto dell’invenzione in sé, ma soprattutto nell’evoluzione che c’è stata in così pochi anni.

Una decina di anni fa, nasceva il primo cellulare, un capolavoro della tecnologia all’epoca. Definirlo portatile rasentava il paradosso per il peso e per le dimensioni sproporzionate rispetto alle tasche che lo potevano contenere. I telefonini oggi si sono molto alleggeriti e rimpiccioliti, o almeno è stato dimostrato possibile tutto ciò, perché con l’introduzione dei touch screen dimensioni e massa sono leggermente aumentati, mantenendo comunque credibile la portabilità del telefono.

Nelle componenti fisiche del computer e del cellulare, si può quindi riconoscere un miglioramento molto significativo che anno per anno procede in modo esponenziale. Per darvi un’idea, il mio primo computer aveva 100 MB di hard disk, il mio telefono attuale ha 16 GB di memoria interna.

Anche se ci siamo dentro e la stiamo vivendo, non ci rendiamo conto fino in fondo di quanto la tecnologia stia progredendo in questi anni.

Tornando alle tecnologie contemporanee, resta una sola cosa da dire. Infatti, molto probabilmente tra qualche anno sorrideremo al pensiero di aver usato un mouse ed una tastiera, di aver vissuto insieme a schermi fisici, ad esistenza di cavi, sostituiti da chissà quale tecnologia. Fatto sta che noi nella rivoluzione ci siamo dentro. In qualche modo ne abbiamo fatto parte o ne faremo parte direttamente con delle invenzioni. Potremo raccontarlo ai posteri.

20111203-223627.jpg
Di un argomento simile, ovvero dell’evoluzione della comunicazione, hanno trattato i ragazzi della IV Scientifico A che hanno realizzato un cortometraggio per approfondire le tecnologie che sono state introdotte nel mondo della comunicazione dai cavernicoli ad oggi. La “prima” del film si è tenuta il 5 novembre, nei prossimi mesi ci saranno altre proiezioni. Il cortometraggio è senza dubbio ben fatto, non mi resta che invitarvi a vederlo, nel frattempo cliccate qui per vederne il trailer.

Alessandro Rossi

Commenti disabilitati su Un’evoluzione fatta di tante rivoluzioni

Archiviato in Attualità