Archivi tag: diritto

La carta e la natura

Dio non conosce sesso. Paradossalmente, Dio non conosce neanche legge. Penserà a questo, l’uomo del nostro futuro, avviandosi verso un cammino di unione destinato a cristallizzarsi, portandosi a fianco l’entità amata, qualunque essa sia. Penserà a questo, in un futuro speranzosamente non troppo remoto, passeggiando per la vita in mano a quella stessa entità che sarà invecchiata, e trascinerà stancamente un piede dopo l’altro, offrendosi al rischio di cadere, per l’amore. Penserà a questo in ogni suo battito, in ogni respiro emesso, guardando gli altri uguali, e loro diversi. Paradossalmente, non troverà Dio nemmeno nelle parole degli uomini. Per sicurezza, o per istinto di essere vivente, lo cercherà in un cuore. Naturale.

Continua a leggere

Annunci

Commenti disabilitati su La carta e la natura

Archiviato in Cartaceo, Festival del Diritto

Ricorda: se hai bisogno di una mano la troverai sempre alla fine del tuo braccio

Solidarietà e conflitti.

Quest’anno il festival del diritto, giunto alla sua quinta edizione, alza il sipario mostrando un mondo di controversie e di tentati rimedi.

Solidarietà nei confronti dei giovani e dei meno giovani, dei figli e delle mamme, degli immigrati e degli italiani. Conflitti con la società, con l’istituzione scolastica, con la famiglia.

Ma ciò che intreccia solidarietà e conflitto dalla notte dei tempi è sicuramente la situazione femminile. Dalla società patriarcale alle rivolte degli anni settanta, dal delitto d’onore all’articolo 18 il ruolo della donna nella società italiana ed europea è sempre stato un argomento di scontro e conforto. Continua a leggere

Commenti disabilitati su Ricorda: se hai bisogno di una mano la troverai sempre alla fine del tuo braccio

Archiviato in Festival del Diritto

Il viaggiatore

Un uomo cammina, e va alla morte. Non se ne chiede il motivo, non ne trova consolazione. Ma, in un attimo, pensa. Al confine che dovrà oltrepassare senza pelle né ossa, senza più piede, senza più passo, all’altro uomo, volente o costretto, che aggiungerà la sua testa a tutte quelle già conquistate col potere del suo ferro, all’ultimo momento di perdono, implorato agli uomini, come raffinato congedo prima del sangue. In fondo è solo un condannato alla morte, tra i mille che sotto ai propri errori periscono, ma sopra alle nostre carte, ancora oggi, sanno delineare l’esempio umano di un incontro al mistero, di uno scontro sussurrato. Il rancore o il perdono. Continua a leggere

Commenti disabilitati su Il viaggiatore

Archiviato in Festival del Diritto

Riprendiamoci l’agorà

L’idea di intervistare Giulio Giorello nasce dalla curiosità che suscita la sua esperienza di studi. Infatti, il professor Giorello, docente di Filosofia della scienza presso l’Università degli Studi di Milano e direttore della collana Scienza e idee, presso l’editore Raffaello Cortina di Milano, si è laureato prima in filosofia nel 1968 e successivamente in matematica nel 1971, presso la stessa Università. La tematica può essere interessante per gli studenti che, come me, si sono trovati a studiare sia l’una che l’altra materia e che non sono riusciti a vedere al di là dei limiti imposti da ciascuna delle due discipline. Basta con le presentazioni, passiamo ai fatti: lasciamo la parola all’esperto.

Continua a leggere

Commenti disabilitati su Riprendiamoci l’agorà

Archiviato in Festival del Diritto

Una famiglia per un bambino

Piacenza, 29 settembre 2012, Auditorium di Santa Maria della Pace, ore 10.00

Una delle più alte forme di solidarietà, tema principale del Festival di quest’anno, è sicuramente quella operata dalle famiglie adottive e affidatarie. L’ospite della giornata è Luigi Fadiga, garante per l’Infanzia e l’Adolescenza in Emilia Romagna, che ci parla dell’evoluzione normativa e culturale che questo argomento ha avuto in Italia negli ultimi sessant’anni . Continua a leggere

Commenti disabilitati su Una famiglia per un bambino

Archiviato in Festival del Diritto

La dignità che abito: Moni Ovadia

Se verrai al mondo in mezzo a un momento di dignità, il primo uomo che incontrerai sarò io. Io, un uomo partorito tra storie divine, fatto di terra e polvere, servo, di un entità creatrice lontana, sovrano, di un destino da costruire, padre, di un popolo instancabilmente vivo, narratore, di storie dal fiato infinito, specchi di un ieri leggendario come di un domani senza contorno, predicatore, di disgrazie e di buone novelle: e mi vedrai sparire, come se ne va il personaggio di un romanzo, come un tornado di voce umana. Perché io sono il personaggio di un romanzo. Perché io mi chiamo Abramo. Continua a leggere

Commenti disabilitati su La dignità che abito: Moni Ovadia

Archiviato in Festival del Diritto

La dignità delle donne: diciamo no alle mutilazioni genitali femminili

“Le mutilazioni genitali femminili sono praticate per incentivare la castità, preservare la verginità, garantire la moralità, rispondere a presunti obblighi religione, aumentare il piacere sessuale maschile”.

Ancora nel XXII secolo gran parte delle popolazioni africane non sono riuscite a dire no alla barbara pratica di asportazione degli organi sessuali femminili che prende il nome di infibulazione.

In realtà quest’ultimo termine, che deve la sua derivazione dall’antico latino “fibula”, è solo una delle tante tecniche di mutilazione genitale adottata fin dai tempi antichi. Continua a leggere

Commenti disabilitati su La dignità delle donne: diciamo no alle mutilazioni genitali femminili

Archiviato in Festival del Diritto