Archivi categoria: Festival del Diritto

Tutto quello che abbiamo scritto sul Festival del Diritto

Una famiglia per un bambino

Piacenza, 29 settembre 2012, Auditorium di Santa Maria della Pace, ore 10.00

Una delle più alte forme di solidarietà, tema principale del Festival di quest’anno, è sicuramente quella operata dalle famiglie adottive e affidatarie. L’ospite della giornata è Luigi Fadiga, garante per l’Infanzia e l’Adolescenza in Emilia Romagna, che ci parla dell’evoluzione normativa e culturale che questo argomento ha avuto in Italia negli ultimi sessant’anni . Continua a leggere

Annunci

Commenti disabilitati su Una famiglia per un bambino

Archiviato in Festival del Diritto

La dignità che abito: Moni Ovadia

Se verrai al mondo in mezzo a un momento di dignità, il primo uomo che incontrerai sarò io. Io, un uomo partorito tra storie divine, fatto di terra e polvere, servo, di un entità creatrice lontana, sovrano, di un destino da costruire, padre, di un popolo instancabilmente vivo, narratore, di storie dal fiato infinito, specchi di un ieri leggendario come di un domani senza contorno, predicatore, di disgrazie e di buone novelle: e mi vedrai sparire, come se ne va il personaggio di un romanzo, come un tornado di voce umana. Perché io sono il personaggio di un romanzo. Perché io mi chiamo Abramo. Continua a leggere

Commenti disabilitati su La dignità che abito: Moni Ovadia

Archiviato in Festival del Diritto

La dignità delle donne: diciamo no alle mutilazioni genitali femminili

“Le mutilazioni genitali femminili sono praticate per incentivare la castità, preservare la verginità, garantire la moralità, rispondere a presunti obblighi religione, aumentare il piacere sessuale maschile”.

Ancora nel XXII secolo gran parte delle popolazioni africane non sono riuscite a dire no alla barbara pratica di asportazione degli organi sessuali femminili che prende il nome di infibulazione.

In realtà quest’ultimo termine, che deve la sua derivazione dall’antico latino “fibula”, è solo una delle tante tecniche di mutilazione genitale adottata fin dai tempi antichi. Continua a leggere

Commenti disabilitati su La dignità delle donne: diciamo no alle mutilazioni genitali femminili

Archiviato in Festival del Diritto

Questo grande villaggio Olimpico

Cosa c’è di più attuale dei conflitti religiosi? Cosa ci tocca più da vicino di ciò? Pare bizzarro, forse, ma il 18,1% degli studenti, nelle scuole piacentine, proviene da un Paese estero. Ciò significa che alle spalle di questi studenti, lo fa notare il sindaco di Piacenza Paolo Dosi, c’è una famiglia, una persona che lavora, una casa. Si è parlato di questo, ovvero della conflittualità che può sorgere nel territorio locale, ad esempio con la richiesta di una moschea da parte di alcuni gruppi islamici, sabato pomeriggio a Palazzo Gotico. A confronto la realtà di Piacenza, rappresentata dal suo sindaco Paolo Dosi, e quella di Cremona, anch’essa testimoniata dal suo primo cittadino Oreste Perri, entrambe arricchite dal contributo di Antonio Ghizzonti, docente di diritto ecclesiastico e canonico all’Università Cattolica di Piacenza. I tre, moderati dal giornalista di Radio 3 Giorgio Zanchini, hanno sviluppato il tema della conflittualità religiosa portando ad esempio alcune tra le più importanti delle proprie esperienze personali.

Continua a leggere

Commenti disabilitati su Questo grande villaggio Olimpico

Archiviato in Festival del Diritto

Il decennio più lungo della storia

È strano doversi domandare quando inizi o finisca un decennio: solitamente, per definizione, dura dieci anni. Eppure gli Anni 70 (si, Anni con la “A” maiuscola) iniziano ben prima del 1 gennaio 1970: iniziano forse dalle lotte studentesche del ’68, forse con lo scoppio della guerra in Vietnam, forse con l’erezione del Muro di Berlino, forse in migliaia di altre circostanze.
Fatto sta che questi “anni affollati”, come li definisce Giorgio Gaber, sottolineandone la tendenza al definire il soggetto non più come individuo, quanto come membro di una società, sono stati una brutale adolescenza, un preambolo violento a quella che è la realtà dei giorni nostri. Sono gli anni in cui abbiamo perso la nostra innocenza, come disse in occasione della strage di Piazza Fontana Mario Moretti, l’allora leader delle Brigate Rosse, alludendo all’inizio di un periodo di violenze “giustificate”. Continua a leggere

Commenti disabilitati su Il decennio più lungo della storia

Archiviato in Festival del Diritto

Genetica e Darwinismo alla base della solidarietà dell’uomo

“Tutti abbiamo presente il concetto di razza, uno dei concetti meno insegnati è, invece, quello di evoluzione. Per questo la formazione scientifica delle scuole rende molto difficile o, talvolta, impedisce del tutto la comunicazione scientifica.” Così Alberto Piazza, professore di Genetica Umana nella Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Torino dal 1983 e Direttore del Dipartimento di Genetica, Biologia e Biochimica della stessa Università, ha iniziato il suo intervento alla quinta edizione del Festival del Diritto di Piacenza tenutosi il 28 settembre presso l’Auditorium Sant’Ilario. Dopo l’illustre introduzione di Claudia Di Giorgio, managing editor del mensile “Le Scienze”, il professor Piazza si è dedicato a spiegare minuziosamente quali siano i processi che determinano i comportamenti dell’uomo.

Continua a leggere

Commenti disabilitati su Genetica e Darwinismo alla base della solidarietà dell’uomo

Archiviato in Festival del Diritto

Una grande donna per una grande battaglia: la legalità

“La parola solidarietà ha una traduzione politica: legalità. In questo modo non è solo un moto dell’animo, è l’uguaglianza messa nero su bianco”. Così si presenta Emma Bonino, vice presidente del senato, a questa edizione del Festival del diritto, nell’incontro tenutosi il 28 Settembre al Salone di Palazzo Gotico. Si presenta come la donna che è : pratica, spigliata e a cui piacciono di più i fatti che le parole. Ci sono tante belle parole che si possono dire: solidarietà, fratellanza, generosità ma lei ne preferisce una: diritto. Diritto, infatti, non è solo una parola è qualcosa da cui nessuno può prescindere, è una cosa tua, che nessuno ti può togliere. Il diritto, ricorda la Bonino, è sempre seguito da un vecchio amico un po’ meno amato che si chiama dovere. Così introduce una delle battaglie che gli sono state più a cuore: il diritto all’aborto. Secondo Emma esso non è altro che la libera scelta di contrarre un dovere: il dovere di crescere un figlio. Ricorda che noi italiani la parola dovere non la amiamo particolarmente: “ sul rispetto delle leggi non andiamo forte”. Con il solo rispetto dei trattati internazionali, infatti,  faremmo già grandi passi avanti verso la costruzione di un’uguaglianza sociale. è importante avere rapporti con gli altri stati ma, secondo Emma, non si possono intrattenere con tutti, con i dittatori è meglio essere prudenti, e devono svolgersi nel rispetto dei trattati firmati. Continua a leggere

Commenti disabilitati su Una grande donna per una grande battaglia: la legalità

Archiviato in Festival del Diritto