Archivi categoria: Cartaceo

Ricucire la storia con il filo della memoria

“Italianesi”: ecco il neologismo che l’attore, drammaturgo e regista teatrale Saverio La Ruina sceglie come titolo del suo ultimo itinerario soggettivo rappresentato al Teatro Comunale Filodrammatici di Piacenza il 10 ottobre 2012, in occasione della seconda edizione del Festival di Teatro contemporaneo “L’altra scena”. Uno spettacolo senz’altro da non perdere se si è disposti ad assecondare l’urgenza memoriale sentita dall’autore nei confronti delle storie di sradicamento e violenza dimenticate dalla storiografia. Uno spettacolo dunque che recupera la storia, interrompe il suo silenzio e fa parlare un teatro impegnato, nuovo portavoce di una denuncia sociale. Testimoni della storia e della drammaturgia del regista sono i membri di ANCIFRA (Associazione Nazionale Cittadini Italiani e Famigliari Rimpatriati dall’Albania), i quali hanno raccontato la loro esperienza a La Ruina, l’unico che ha avuto il coraggio di ascoltarli e portare sul palcoscenico una straordinaria immedesimazione nel loro ordito di storie.

Continua a leggere

Annunci

Commenti disabilitati su Ricucire la storia con il filo della memoria

Archiviato in Cartaceo, Recensioni

La crisi aguzza l’ingegno?

Di questi tempi, la parola più pronunciata in qualsiasi ambito è “crisi” e i vocaboli associati alla decadenza economica (ma non solo) dei vari paesi del mondo sono lavoro, famiglia, politica e denaro.

Restringendo il campo, ci ritroviamo nel più semplice ambito famigliare e nella gestione delle attività ed economie domestiche. I genitori, cittadini e figli dell’odierno declino dello stato, sentono la crisi in modo molto più acuto rispetto ai figli, che spesso e volentieri sembrano mancare della consapevolezza di che cosa stia davvero accadendo attorno a loro. Il pensiero comune di madri e padri è che i giovani di oggi siano poco collaborativi in casa e che non si sforzino più di tanto per cercare di comprendere come alleviare le preoccupazioni che ogni giorno, per mezzo di telegiornali o quotidiani, affogano la serenità della quiete famigliare.

Continua a leggere

Commenti disabilitati su La crisi aguzza l’ingegno?

Archiviato in Attualità, Cartaceo, Riflessioni

I 5 scatti del Festival del Diritto

foto di Sofia Baldi

img_694673_8088

Continua a leggere

Commenti disabilitati su I 5 scatti del Festival del Diritto

di | 20 dicembre 2012 · 15:47

Folcloroscopo – Ben oltre l’astrologia!

NUTRIA, 21/3 – 20/4

Venere in posizione fisarmonica favorisce la vostra suburbità altalenante. E’ venuto il momento di comprare un bagnoschiuma ecologico e di fare un bagno.

Folclolista del mese: Adolf Hitler

MUCCONE CASTRATO, 21/4 – 20/5

Sconfiggerete la cattiva influenza di Marte grazie alla potenza dei vostri barbigli. Biondi. Affrontate i problemi di petto, sempre che la vostra bici non sia verde fosforescente.

Folclolista del mese: Hulk Hogan

Continua a leggere

Commenti disabilitati su Folcloroscopo – Ben oltre l’astrologia!

Archiviato in Cartaceo, Oroscopo

Il sacerdote della strada

Esistono grandi uomini anche senza grandi titoli, Don Ciotti, indubbio protagonista del nostro tempo, è uno di quelli. Laureato in “scienze confuse” come egli stesso si definisce, tutto quello che sa lo deve alle persone, ai volti, alle storie, alla sua parrocchia: la strada. È opportuno definirlo un vero e proprio testimone di solidarietà: fondatore di Libera e altri importanti collettivi, Luigi Ciotti riscalda l’incontro al palazzo Gotico del 29 settembre con parole di speranza. Parole urlate ad un uditorio gremito di giovani, che vogliono essere scossi dal loro torpore. Per un giovane oggi non è facile credere in sé stesso, sapere che uno come lui, come quest’uomo, ci crede è uno stimolo a riempire il proprio presente di qualcosa di grande. Quest’uomo parla di mafia e non ha paura di parlarne, la mafia che vince oggi è quella della corruzione, della politica debole dai tubi rotti che lascia spazio alle infiltrazioni malate. Parla di crisi, del livello di povertà drammatica che il nostro paese sta raggiungendo e del bisogno di solidarietà e fratellanza più attuale e vivo che mai. Ma, ricorda che la solidarietà non deve essere il tappabuchi del diritto, sono i diritti che devono creare uguaglianza.

Continua a leggere

Commenti disabilitati su Il sacerdote della strada

Archiviato in Cartaceo, Festival del Diritto

La carta e la natura

Dio non conosce sesso. Paradossalmente, Dio non conosce neanche legge. Penserà a questo, l’uomo del nostro futuro, avviandosi verso un cammino di unione destinato a cristallizzarsi, portandosi a fianco l’entità amata, qualunque essa sia. Penserà a questo, in un futuro speranzosamente non troppo remoto, passeggiando per la vita in mano a quella stessa entità che sarà invecchiata, e trascinerà stancamente un piede dopo l’altro, offrendosi al rischio di cadere, per l’amore. Penserà a questo in ogni suo battito, in ogni respiro emesso, guardando gli altri uguali, e loro diversi. Paradossalmente, non troverà Dio nemmeno nelle parole degli uomini. Per sicurezza, o per istinto di essere vivente, lo cercherà in un cuore. Naturale.

Continua a leggere

Commenti disabilitati su La carta e la natura

Archiviato in Cartaceo, Festival del Diritto