Cosa significa per me scrivere?

Salve a tutti, io sono Sofia Digeronimo, ho sedici anni, ma scrivo da nove.
Quando ho dovuto preparare questo discorso sono stata colta da un attimo di panico, perché mi sembrava che tutto fosse già stato detto e che qualsiasi cosa mi venisse in mente fosse banale. Quindi, ho deciso di registrare un audio in cui parlavo a ruota libera e ho trascritto alcune delle cose che dicevo. Se non altro, so di aver parlato con il cuore.
Riassumendo, scrivere per me è il migliore modo di esprimermi che posseggo; è anche entrare in un mondo tutto mio, dove, bene o male, c’è sempre un lieto fine e, infine, è come guardarmi in uno specchio e non temere i difetti, ma rendermi conto dei progressi o, al massimo, delle cose da migliorare.
Non so se venga prima la lettura o la scrittura, ma per me tutto è iniziato dalla lettura, per gioco, tentando di imitare lo stile dei libri che leggevo e, forse, sta proseguendo così anche adesso, solo che sto cercando di metterci del mio. Penso che quando mi renderò conto di aver creato qualcosa di solo mio, di originale, ecco: quello sarà un momento da ricordare.
Perché, sì, scrivere è trasmettere emozioni, ma è anche provarne, secondo me. Qui, volendo, potrebbe esserci un’obbiezione:<<Sei seduta dietro una scrivania, con davanti uno schermo e una tastiera. Non stai vivendo la tua vita>>. E io do  ragione a questa ipotetica persona, perché è vero, non sto vivendo la mia vita, ma ne sto vivendo molte altre.
Inoltre, se non avessi potuto sfogarmi e calmarmi con la scrittura, probabilmente non sarei la persona che sono oggi. Forse migliore, forse peggiore, non lo so, ma di sicuro non sarei qui a parlare davanti a voi.
Per concludere, vi dico che so che questa mia passione è solo all’inizio, deve essere coltivata, ma io sono fiduciosa e spero che un giorno, magari, mi darà da vivere.
Grazie per avermi ascoltato.

Sofia Digeronimo

Advertisements

Commenti disabilitati su Cosa significa per me scrivere?

Archiviato in Vita di scuola

I commenti sono chiusi.