Motivazioni premiazione Anguissola

Drinn. Sono le 6:30 e un’altra giornata è cominciata, ma questa volta con il sorriso sulle labbra, perchè oggi la mia vita è diversa: ho imparato ad essere più sicura di me stessa, a farmi delle amicizie, a conoscere le mie debolezze e a non avere paura di mostrarle. Oggi Io sono diversa, perchè, come si dice di solito, “dopo un temporale, arriva sempre la tranquillità”. Oggi…oggi inizia il mio futuro ha scritto Eleonora Vespari (IILA a. s. 2013/14) nel suo racconto intitolato “Si ricomincia” con il quale ha vinto il primo premio nel concorso “Premio letterario Giana Anguissola” 2014, dedicato al futuro, a parimerito con Gloria Beccalupi (ILD a.s. 2013/14), che nel racconto “Tra i passi di danza” fa dire alla protagonista Do il massimo in ogni lezione, pensando che potrebbe essere l’ultima volta della mia vita e ancora Devo rialzarmi e ricominciare a vivere, passo dopo passo. Condensato di saggezza sono le parole di Eleonora e di Gloria, per le quali riuscire nella vita non è impossibile: il futuro è di tutti. Sul podio però sono saliti altri due studenti del Liceo “Gioia” sempre per la categoria “elaborazione scritta”: Martina Uttini (di ILD secondo premio) e Alessandro Lusitani (V Sc A terzo premio parimerito). Ai buoni libro vinti dai quattro studenti si è aggiunto un viaggio premio a Torino,presso la sede del quotidiano “La Stampa”, per loro e le rispettive classi. Dopo la visita alla redazione, gli studenti sono stati ricevuti

dal Direttore Mario Calabresi, che ha personalmente premiato i vincitori e risposto alle domande sulla sua vita e sulla sua posizione relativamente ad alcuni problemi attuali. Nell’ascolto della sua storia e della sua esperienza i ragazzi hanno potuto trovare la realizzazione dell’ideale lotta contro le difficoltà quotidiane che attanagliano la vita di ognuno di noi e ascoltare dal vivo il pressante messaggio dei suoi romanzi da “Spingendo la notte più in là. Storia della mia famiglia e di altre vittime del terrorismo” a “La fortuna non esiste. Storie di uomini e di donne che hanno avuto il coraggio di rialzarsi” per concludere con “Cosa tiene accese le stelle. Storie di italiani che non hanno mai smesso di credere nel fututo”.

Advertisements

Commenti disabilitati su Motivazioni premiazione Anguissola

Archiviato in Vita di scuola

I commenti sono chiusi.