TOP FIVE – C’ero io prima dello schermo

Questo mese, essendo il primo, ho pensato che sarebbe stato interessante vedere come i libri inconsapevolmente circondino anche chi non ne vuole sapere, per questo ho scelto di commentare le cinque serie di libri che trasportate sul piccolo schermo hanno avuto grande successo, i temi affrontati sono diversi, molti fra loro non hanno alcun punto di contatto con gli altri e sorprende la varietà degli interessi di noi ragazzi.

5 – TRUE BLOOD

La prima serie di libri di cui voglio parlare è il CICLO DI SOOCKIE STACKHOUSE, meglio conosciuto come True Blood, devo dire che mi ha molto deluso, la trama è banale e si perde interesse quasi immediatamente dall’ inizio, inoltre sia i libri che il programma sono ricchi di scene troppo esplicite che non servono alla continuazione della trama, in sostanza secondo me un vero flop.

4 – GOSSIP GIRL

Ebbene sì mie care ragazze la bella Blair Waldorf e il misterioso Chuck Bass sono nati come personaggi di libri, ma non lasciatevi ingannare la trama è molto diversa da quella televisiva,  i beniamini del pubblico non si sposano, non hanno un figlio e soprattutto non hanno una lunga e travagliata, anzi, molto travagliata relazione amorosa. Dan non è la nostra reporter d’assalto senza volto e Serena non diventa il centro dell’universo, proprio per queste differenze così marcate non tutti i vecchi fan della serie li ameranno, ma mai dire mai, dategli una possibilità.

3 – THE VAMPIRE DIARIES

Tutti conosco almeno per sentito dire i nostri terzi classificati – rullo di tamburi – THE VAMPIRE DIARIES.
Le differenze tra la serie e i libri anche qui non lasciano dubbi, sembra di parlare di cose totalmente differenti, ma sia i libri che la serie tv dobbiamo ammetterlo sono fatti molto bene, e il triangolo amoroso anche se ora sta perdendo colpi funziona praticamente in qualsiasi storia, secondo me bene presto i libri diventeranno un’ottima fonte di possibili spoiler riguardo alla continuazione della storia.

2 – PRETTY LITTLE LIARS

Fa impazzire per la sua complessità PRETTY LITTLE LIARS, anche conosciuta nel mondo dei libri come Giovani, carine e bugiarde che ottiene il secondo posto.
Chi tra coloro che seguono la serie ha dovuto più di una volta riguardarsi qualche episodio precedente per riuscire a capire cosa stesse succedendo? Per vostra fortuna i libri sono molto meno complicati e le differenze sono molto evidenti. La scrittrice probabilmente ha molta creatività e ha creato dei personaggi perfetti nei loro difetti, ma mi duole ammetterlo i libri non sono un granché, la trama televisiva è stata notevolmente migliorata e resa molto più interessante, ma sono certa che i fan più accaniti la troveranno comunque piacevole da leggere.

1 – THE GAME OF THRONE

Ed infine il nostro primo classificato THE GAME OF THRONE.
Ora, fermiamoci un attimo e rispondete a questa domanda, chi dopo aver visto anche solo una puntata non ne è rimasto affascinato? Se la risposta è affermativa allora ritenetevi fortunati, i libri sono scritti addirittura meglio, guardano il punto di vista di tutti i personaggi fondamentali e sono così scritti bene da voler continuare a leggerli per sapere come continua, avere la serie tv poi è anche un grande aiuto perché aiuta a focalizzare quello che con l’immaginazione si è solo riusciti a percepire di sfuggita, che poi a curare la produzione ci sia anche l’autore ha sicuramente aiutato a rendere il tutto un progetto di vero successo.

Lucrezia Forte

Annunci

Commenti disabilitati su TOP FIVE – C’ero io prima dello schermo

Archiviato in Vita di scuola

I commenti sono chiusi.