Essere Pasolini

Si dice che gli scontri e le stragi del ’68, i cosiddetti anni di piombo, avessero portato al consumismo, al conformismo, alla caducità dei valori civili e umani e alla lotta perpetua tra le fazioni politiche di destra e sinistra. Così si dice. Per i novelli come me della generazione dei comodi anni novanta, siContinua a leggere “Essere Pasolini”

Vota:

Riflettiamo…

Un sessantaseienne che ha vissuto la guerra del Vietnam, un uomo divenuto “violento e paranoico”, un uomo solo con una pistola, che già una volta aveva puntato contro un ragazzino avvicinatosi con un cane alla sua abitazione. Forse impazzito, entra a far parte della setta dei “preppers” che temono che il governo americano stia progettandoContinua a leggere “Riflettiamo…”

Vota:

Volunteering is the way

Ogni martedì, la stessa routine. A scuola una giornata come tante, sei intense ore di autori, artisti e astratte teorie filosofiche. Torno a casa, il pranzo mi aspetta; e poi via di nuovo, sfrecciando con la mia bicicletta azzurra verso la casetta gialla dove passerò il pomeriggio. Arrivo, c’è E. che mi aspetta per unaContinua a leggere “Volunteering is the way”

Vota:

Chi ama il cinema lo difende.

Al festival del cinema di Bobbio un regista ha dichiarato, sconsolato, che nel suo paese (ovvero l’Italia) sono state distribuite nelle sale cinematografiche solo venti copie del suo film, un prodotto di qualità artistica elevata. Il film ha continuato ad essere proiettato in vari festival del mondo e solo così ha raggiunto un certo gradoContinua a leggere “Chi ama il cinema lo difende.”

Vota:

Django Unchained – Una recensione

Notte. Due fratelli a cavallo spingono tra i boschi un gruppo di schiavi neri comprati da poco durante un’asta. Il gruppo si sta facendo strada a fatica grazie alla luce di una torcia quando incontrerà uno straniero, la cui presenza è del tutto inaspettata. È il dottor Schulz, un cacciatore di taglie dai modi all’antica,Continua a leggere “Django Unchained – Una recensione”

Vota: