Intervista ai Poor Mountain!

Il tentativo della sottoscritta di trovare in zona un gruppo emergente che attirasse l’interesse dei giovani (e in questo caso direi proprio anche delle giovani donzelle) è stato soddisfatto dalla band nata nel 2009 dei Poor Mountain.  Se non li conoscete già, questo gruppo indie rock è composto dai fratelli James J. Covelli (basso) e Richie Covelli (chitarra), da loro cugino Gianemilio Fontanella (voce), da Gianluca Fumi (chitarra) e da Filippo Cattadori (batteria).  Il nome Poor Mountain nasce dall’inglesizzazione di una località dove i cinque musicisti sono stati in vacanza, Monte Pora, in provincia di Bergamo, posto del quale si sono totalmente innamorati. Avete l’occasione di sentirli a Piacenza e provincia, per ascoltare cover e le loro canzoni. Ma non dilunghiamoci troppo, sentiamo cosa mi hanno direttamente detto i Poor Mountain!

Come è nata la vostra band?

La band è nata per pura casualità durante una cena tra amici, dove James propose a Giane di formare un gruppo. Decidiamo di provare insieme e chiamiamo Filippo e Richie, dato che il chitarrista che sarebbe dovuto venire non poteva esserci. Le prove ci soddisfano, e cominciamo a lavorare seriamente; incidiamo un demo nel novembre 2009 e a gennaio debuttiamo al Centro Sportivo di Caorso, con un concerto dove gli amici si sono fatti decisamente sentire.

Quale genere musicale amate particolarmente e a chi vi ispirate?

Noi proponiamo dagli inizi l’indie-rock, ispirandoci a gruppi come Arctic Monkeys, Bloc Party, Franz Ferdinand & co.. Singolarmente abbiamo gusti leggermente eterogenei: Richie è un fanatico di Bowie, di Sinatra e di Beethoven, James ascolta punk-rock, pop punk, rock, è fanatico dei Beatles, Filippo ha una forte cultura hard-rock/metal, Giane ama l’indie-rock e i Red Hot Chili Peppers, mentre Gianluca è il nostro scopritore di gruppi fenomenali, che spaziano dalla musica di strada thailandese al blues australiano.

Cosa amate maggiormente di un live e qual è stato secondo voi il vostro migliore live?

In un live amiamo il poter andare oltre i nostri limiti. Vedere i sorrisi sui volti delle persone che sono lì per ascoltarti e divertirsi. Non ci interessa essere i migliori, noi saliamo sul palco e ci divertiamo, ridiamo. Si fa così. Miglior live? Richie: Penso di parlare a nome di tutti quando dico: Evento London’s Corner al Comedia, in quel di S. Nicolò. Ottime persone, ottimi suoni e primo live col secondo chitarrista, Gianluca.

Cosa vi aspettate dal vostro futuro musicale?

Non ci aspettiamo niente per il semplice fatto che non ci pensiamo.  Noi suoniamo, proviamo, “ci facciamo il mazzo” e osserviamo i risultati. Si vive alla giornata e si continua così. Diamo tempo al tempo, tutto qua.

Ritenete che il vostro liceo dia abbastanza spazio alla musica?

La risposta è ovviamente un “no”, ma non è compito nostro colpevolizzare nè accusare nessuno, dal momento che la crisi economica c’è per tutti e, come ben sappiamo, la scuola ne è la prima protagonista.

Dove vi possiamo trovare (myspace, etc)?

Ci potete trovare sulla nostra pagina Facebook “Poor Mountain”, oppure su Myspace, all’indirizzo http://www.myspace.com/poormountainpc

Convincete i non appassionati a venire ad un vostro concerto!

Sarebbe il punto dove in coro gridiamo:”Yeah! Venite ai nostri live perchè siamo i più spacconi nella provincia”? Beh, venite a sentirci soltanto se volete assaporare qualcosa di diverso e se siete nello spirito giusto per divertirvi e scacciare i pensieri.
Detto questo, vi aspettiamo, tra una birra e l’altra.

Melania Degli Antoni

Advertisements

Commenti disabilitati su Intervista ai Poor Mountain!

Archiviato in Attualità

I commenti sono chiusi.